Un giorno all'Isola di Giannutri

Un giorno all'isola di Giannutri. Un'affascinante gita all'insegna del mare e della natura, per scoprire con piacere che non è necessario andare troppo lontano per scoprire dei veri tesori, a patto però di saperli rispettare.
L'ecosistema di Giannutri è molto delicato e per questo ogni nostro comportamento deve essere finalizzato a preservare questo tesoro e a trattare l'isola  con lo stesso rispetto dovuto ad un padrone di casa che ci accoglie nella sua dimora. Purtroppo dall'anno scorso il crescente degrado ha portato a vietare gran parte dei sentieri dell'isola ai turisti, come pure la villa romana. Restano accessibili solo le due calette: cala maestra e lo spalmatoio, un vero peccato.

Aggiornamento Luglio 2009

l'esplorazione a terra dell'isola è libera, tranne che nel periodo dal 26 Maggio fino al 12 Ottobre di ogni anno. In questo periodo (dal 26/05 al 12/10) si può andare da soli unicamente lungo il "corridoio" da cala Spalmatoio a cala Maestra, mentre per accedere e visitare il resto dell'isola (le due zone di protezione a nord e a sud del "corridoio") è necessario essere accompagnati da una guida.

Sul sito www.islepark.it è disponibile un calendario di facile consultazione dove si possono trovare  le guide disponibili. Il prezzo del biglietto di ingresso è di 3,00€. (vedi anche le condizioni d'uso per le prenotazioni)

Per il momento rimane vietato l'accesso alla zona archeologica della Villa Domizia per disposizione tassativa del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare.

Guarda le foto di toscanaetirreno.com dell'Isola di Giannutri

mappa di Giannutri

Giannutri è l'isola più meridionale dell'Arcipelago Toscano ed è la più grande riserva marina d’Europa: oltre 56.000 ettari di mare e 18.000 di terra tutelati.  Si trova a circa 6 miglia a sud dell'Isola del Giglio. Lunga circa 3 chilometri e larga poco più di 500 metri, per una superficie di poco più di 2 km quadrati, è a forma di C ed ha due approdi: Cala Spalmatoio, a sud-est e Cala Maestra, a nord-ovest.

In prossimità di Cala Maestra si trovano i resti di una bella villa romana del II secolo d.C., edificata dalla famiglia dei Domizi Enobarbi, antica famiglia senatoria di importanti commercianti della quale faceva parte Gneo Domizio, marito di Agrippina, madre dell'imperatore Nerone. Nonostante la rilevanza artistica e storica dei resti, la villa, fino a pochi anni fa in mano a privati, al Conte Gualtiero Adami (noto come il Garibaldino) poi messa all'asta e salvata da Regione e ministero dell'Ambiente che esercitarono il diritto di prelazione. Attualmente chiusa per restauro, nonostante il tempo e i vandali la stiano rovinando.

L'isola ha notevole interesse per la subacquea, grazie alle pareti verticali ricche di gorgonie, spugne, coralli e tunicati. Oggi la maggior parte dei fondali sono stati indicati come zona protetta di tipo "1" (nella quale sono proibite la navigazione a motore, a vela ed a remi, la pesca, le immersioni e la balneazione) e quindi da un lato si è favorito il ripopolamento ittico, dall'altro ha reso difficile trovare dei buoni punti d'immersione. Si possono comunque trovare liberi per l'immersione le estese praterie di posidonia e i due relitti dell'Anna Bianca (a 40-50 metri di profondità) e del Nasim (a 60 metri). A Punta Scaletta si trovano i resti di uno scafo romano ancora integro, come a Cala Spalmatoio, dove invece si trovano sia relitti romani che etruschi. A Capel Rosso invece, alla punta sud dove si trova il faro, si possono trovare delle anfore romane e vasi, ma l'area cade all'interno delle "Zone 1" di tutela totale del Parco Nazionale dell'Arcipelago Toscano e quindi inaccessibile. Per le zone di immersione che si possono esplorare è necessario rivolgersi ai diving center che hanno sede sulla terraferma, altrimenti se si fanno immersioni da soli o si noleggiano barche e gommoni conviene procurarsi le mappe per conoscere dove è consentito attraccare, navigare e nuotare.

Fonte: Wikipedia - Giannutri (in data 17 giugno 2009).

Informazioni Pratiche:

Come arrivare all'isola di Giannutri:

L'isola si raggiunge col traghetto della Maregiglio da Porto Santo Stefano in circa un'ora di traversata. In questo periodo e fino ad agosto, c'è un solo traghetto al giorno solo il mercoledì, sabato e domenica. La partenza è alle 10.00 da Porto Santo Stefano mentre da Giannutri si riparte alle 16.00

Prezzi 2009: andata e ritorno € 19,00 a persona.

Biglietteria Maregiglio

P.le Candi P.S.Stefano: tel. 0564/812920 fax 0564/811160
Isola del Giglio tel.0564/809309 fax 0564/809469


Per chi arriva in Auto a Porto Santo Stefano: Parcheggi a Porto Santo Stefano

A Porto Stanto Stefano ci sono parcheggi orari a strisce blu e parcheggi custoditi.

I parcheggi a strisce blu sono a pagamento tutti i giorni con orario dalle 8:00 alle 24:00 ma la sosta è consentita per un massimo di 4 ore. Zone: Lungomare dei Navigatori, Via Roma, Via Marconi, via del Campone (antistante il Cimitero) e in via S.Andrea (area del mercato settimanale).  
I parcheggi custoditi sono gli unici nei quali è possibile lasciare la vettura per tutta la giornata. Il costo oscilla da 10 a 15 Euro:

  • Setur Di Monaci Remo & C. Sas - Piazzale Candi tel. 0564/810438
  • Fanciulli - Banchina Toscana tel. 0564/818699 cell. 329/428320
  • Campo Sportivo dietro via S. Andrea - cell. 328/0746034

Come spostarsi all'isola di Giannutri

A piedi! Indossate scarpe comode e portate quelle da scoglio: possono servire!  

 


Strutture presenti sull'isola di Giannutri

Dove Dormire:

  • Le Dimore di Mimmina: è l’unica struttura ricettiva sull’isola. Una villa con 4 appartamenti, accanto ai resti della villa domiziana.  Indirizzo: Cala Maestra, tel. 0575/410982 . Apertura: marzo-settembre. Prezzi: da 65 € a persona (da verificare).
  • I proprietari privati (sono circa 160) sono organizzati in un consorzio che provvede alla maggior parte delle necessità di residenti e ospiti estivi: la segreteria è gestita da Milvia Guazzarotto (tel. 0564/898859). Ville e appartamenti si possono affittare.

Dove Mangiare:

  • Bar Caffè Giannutri: in Piazzetta, aperto da Pasqua a settembre.
  • Negozio di alimentari: in Piazzetta, aperto da Pasqua a settembre.
  • La Taverna del Gran Duca: Specialitè di pesce. Dove: Cala Maestra, cell. 338/4684020. Prezzi: da 30 € (da verificare).